giovedì 17 giugno 2010

il compenso dei revisori

Riporto su richiesta di un lettore/ice la nota n. 52729 del 15/06/2010 invata dalla Ragioneria Generale al Ministero dell'Istruzione

Sono pervenute allo scrivente numerose segnalazioni da parte di revisori dei conti nominati in rappresentanza di questo Ministero presso le Istituzioni scolastiche, con le quali viene lamentata la mancata corresponsione da parte degli istituti Scolastici capofila degli ambiti territoriali scolastici e dei compensi relativi all’attività di revisione svolta nell’anno 2009 e dei relativi rimborsi delle spese di missione, con la motivazione che per tali esigenze codesto Ministero non avrebbe disposto asssegnazini di fondi.

Ciò premesso, si chiede di voler adottare ogni opportuna iniziativa affinché venga chiarito alle citate Istituzioni scolastiche capofila che le risorse necessarie al pagamento delle spese di cui trattasi sono da ritenere ricomprese nell’assegnazione finanziaria che codesta Direzione Generale dispone annualmente nei confronti delle scuole interessate.

Sull'argomento peraltro va tenuto conto che nell’ allegato 1 al Comunicato 22/02/2010 concernente “indicazioni operative sulla predisposizione del programma annuale 2010" codesto Ministero ha evidenziato che “il compenso dovuto ai revisori dei conti deve essere impegnato all’inizio delI’esercizto finanziario” e che devono essere essere indisponibili le somme che si ritengono occorrenti a titolo dì rimborso spese ai revisori.

Inoltre, giova precisare che dette compenso ai revisori dei conti non ha natura di spesa discrezionale essendo connesso all'espletamento di una funzione di controllo prevista dalla vigente normativa.

Si resta in attesa di conoscere il seguito che codesta Amministrazione riterrà di dare alla presente trattazione.


Il Ragioniere Generale dello Stato

2 commenti:

Anonimo ha detto...

grazie!

Autore ha detto...

Grazie a te che mi segui